AITI sezione Lombardia

Milano, 5 aprile 2014: P2P "Transcreation: quando, perché e che cosa è?"

AITI sezione Lombardia invita al workshop P2P

Transcreation: quando, perché e che cosa è?

a cura di Michael Farrell

che si terrà presso il Best Western Atlantic Hotel, Via Napo Torriani, 24 • 20124 Milano (MM “Stazione Centrale”)

sabato 5 aprile 2014 dalle ore 10 alle ore 13 circa

Con l'eccezione delle frasi più banali, la traduzione richiede quasi sempre un certo grado di creatività. Quando si lascia la strada della traduzione per intraprendere quella della transcreation? In quali casi e perché si varca la soglia della transcreatività?

 

Nel gennaio 2011, Michael Farrell decise di cercare qualcuno disposto a tradurre/transcreare parte del proprio sito web in italiano. Dal momento che il collega su cui solitamente faceva conto non era disponibile,

Farrell pubblicò un "bando di gara" su vari forum dedicati alla traduzione, insieme a una breve prova. L'esito della prova si è rivelato illuminante sulla natura della transcreation.

 

Nella prima parte del workshop, Michael Farrell esamina le varie tecniche di traduzione per arrivare a una definizione abbastanza precisa di ciò che è la transcreation. Per sviluppare l'argomento, Farrell adotta un approccio inedito più spesso impiegato nei campi della scienza e della filosofia. Nella seconda parte viene fornita una breve introduzione al case study e al bando di gara, mentre nella terza, i partecipanti al workshop vengono divisi in piccoli gruppi ed eseguono la stessa prova del bando. Nella quarta parte si esamina come i partecipanti al bando affrontarono la prova affidata, si analizzano le varie soluzioni alla ricerca della migliore, e si confronta il compito svolto dai partecipanti al workshop con le soluzioni proposte durante il bando.

 

Relatore: Michael Farrell, traduttore freelance, socio ordinario dell'Associazione Italiana Traduttori e Interpreti, e docente a contratto del Laboratorio di Strumenti informatici per la traduzione e l'interpretariato presso l'Università IULM di Milano, vanta al suo attivo seminari e corsi sulle tecniche di ricerca per traduttori e sull'uso pratico della traduzione assistita tenuti in Italia, in Europa e, tramite webinar, in tutto il mondo. Inoltre è autore dello strumento di ricerca terminologica freeware IntelliWebSearch.

 

Il workshop si rivolge a traduttori che si stanno muovendo verso o intendono specializzarsi nei settori più creativi della nostra professione. 

Nota bene: la lingua sorgente del testo del workshop è l'inglese.

 

Per la parte pratica del workshop, si invitano i partecipanti a portare i propri strumenti di lavoro, come per esempio un computer portatile. Sarà disponibile la connessione Wi-Fi.

I posti disponibili sono 12 e la partecipazione dà diritto a 2 punti-credito. Il costo è gratuito e aperto esclusivamente ai soci AITI. Fino al 21 marzo compreso sarà possibile l'iscrizione per i soli soci della sezione Lombardia, mentre dal giorno 22 marzo potranno iscriversi tutti i soci, inviando la propria adesione all'indirizzo segreteria@lombardia.aiti.org con indicazione dei propri dati e della sezione di appartenenza. La registrazione è impegnativa e vincolante e in caso di impossibilità a partecipare è richiesto di darne tempestiva comunicazione alla segreteria così da permettere una migliore gestione dell'evento. Ai partecipanti verrà rilasciato un attestato in formato elettronico nei dieci giorni successivi all'evento.